Skip to content Skip to sidebar Skip to footer
123549065_2448232895323551_9013155289777870789_n

Perline Chevron Rosetta

È il 1480 e a Venezia, nelle fornaci dell’isola di Murano, viene prodotta una speciale perla di vetro, molto richiesta soprattutto nelle colonie dell’Africa, delle Americhe e delle Indie.

La perla di vetro Rosetta, chiamata anche Chevron.

La prima attestazione di una produzione di canne Rosetta è legata al nome di Marietta Barovier, figlia di Angelo, databile all’ultimo decennio del Quattrocento, come risulta da un documento dell’epoca, in cui sono citate diverse sue opere.

Cresciuta nella fornace del padre tra colori e paste vitree, Marietta creava e modellava il vetro come se fosse un’alchimista.

Erede di Angelo Barovier, l’inventore del prezioso cristallo veneziano, Maria detta Marietta iniziò a lavorare il vetro insieme al padre e al fratello, dedicandosi alla produzione di gioielli e collane da donna attraverso l’utilizzo di canne di vetro colorato con fori, necessarie per creare veneziane perline.

Divenuta proprietaria della fornace dopo la morte del padre, Marietta inventò la Rosetta, una perla di vetro che riproduceva i petali leggermente appuntiti di una rosa.

Mescolando bianco, rosso e blu, strato dopo strato, creò la perla Rosetta, nota anche come Chevron. Il magico intreccio dei colori delle sue perle di vetro – a volte sagomate più rotonde, altre volte a forma di botte o allungate – diventò l’emblema di un mondo, di un modo di essere tutto veneziano.

Verso la fine dell’Ottocento vennero prodotte varie varianti della perla a rosetta, sia con che senza fori e fu ampiamente esportata in Africa, come documentano alcuni pezzi ivi rinvenuti.

Le Chevron divennero così famose che furono persino sostituite al denaro in cambio di pellicce, avorio, spezie e persino oro.

Hernan Cortés portò alla corte di Montezuma, come tributo al sovrano, una collana di perle di vetro di Rosetta e la stessa perla compare, un secolo dopo, nell’elenco dei beni che vengono venduti dal governatore olandese Peter Minuit agli indiani Lenape per l’acquisto di Manhattan, per il corrispettivo di sessanta fiorini olandesi.

La Rosetta è sicuramente la perla veneziana più famosa. La canna da cui è ricavata racchiude, per tutta la sua lunghezza, un disegno a stella a dodici punte, nei colori bianco, blu e rosso mattone. Attraverso l’azione di molatura, il pezzo assume la forma ovoidale, a botte: in questo modo il disegno viene evidenziato in tutto il suo splendore.

Puoi visitare il nostro negozio online per acquistare una varietà di perline chevron – rosetta.

Negozio Costantini Glassbeads

Se cercate perle di vetro veneziane Rosetta Chevron, date un'occhiata al nostro negozio online. Abbiamo un'ampia selezione di queste perle squisite da scoprire.

0